Storia Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Immagine non settata

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è stata fondata a Genova il 26 ottobre 1920 con il nome di Unione Italiana dei Ciechi da alcuni militari che persero la vista durante il primo conflitto mondiale, tra cui Aurelio Nicolodi che ne divenne il primo presidente. Attraverso i suoi rappresentanti e molti soci volontari, l'UICI ha condotto numerose lotte politiche e sociali, grazie alle quali i ciechi e gli ipovedenti si vedono riconosciuti diritti fondamentali quali il diritto allo studio nella scuola comune, il diritto al lavoro, il diritto a ricevere un'indennità che varia a seconda del visus della persona con disabilità visiva. Negli anni, l'UICI ha sviluppato una serie di servizi per far fronte alle necessità di ciechi e ipovedenti in rapporto alla società in continua evoluzione.

Nel 2007 il suo nome originario è cambiato in quello attuale nonostante l'associazione si occupasse ormai da qualche decennio anche delle problematiche degli ipovedenti. Scopo dell’associazione è di fornire un supporto locale di qualità ai propri soci, grazie ad una rete costituita dalle sezioni territoriali. L'insieme delle sezioni territoriali presenti in una regione costituisce il consiglio regionale, mentre l'insieme dei consigli regionali costituisce il consiglio nazionale. A sua volta, il consiglio nazionale fa capo alla direzione nazionale che ha sede a Roma. Per il raggiungimento dei suoi fini l'UICI ha creato strumenti operativi per sopperire alla mancanza di adeguati servizi sociali dello Stato e degli altri enti pubblici.  

In particolare vanno ricordati:

—    il Centro nazionale del libro parlato;

—    il Centro nazionale tiflotecnico;

    l'I.Ri.Fo.R. (Istituto per la ricerca, la formazione e la riabilitazione);

—    il Centro studi e riabilitazione "Le Torri" di Tirrenia;

—    l'U.N.I.Vo.C. (Unione nazionale italiana volontari pro ciechi);

—    l'A.L.A. (Agenzia per la promozione del lavoro dei ciechi);

—    la sezione italiana della Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità.  

 

Presidenti UICI dalla sua fondazione ad oggi

—    Aurelio Nicolodi  (1920-1945)

—    Paolo Bentivoglio (1945-1965)

—    Giuseppe Fucà (1965-1980)

—    Roberto Kervin (1980-1986)

—    Tommaso Daniele (1986-2014)

—    Mario Barbuto (2014 - in carica)